E’ morto Claudio Scimone (1934-2018), direttore d’orchestra e fondatore dei Solisti Veneti. Per ventisette anni direttore del Conservatorio “Pollini” di Padova, la sua città natale. «Quello fra Scimone e i Solisti Veneti è stato uno dei sodalizi più lunghi e fortunati della musica italiana. Fu lui a fondare quest’orchestra da camera nel 1959, nell’ambito del risveglio d’interesse per il barocco, indirizzandone la programmazione sul Settecento italiano e, in particolare, veneto: Vivaldi in primis, naturalmente, ma anche Albinoni, Galuppi e così via. Il repertorio era pionieristico, il modo di affrontarlo ancora no. Ma in qualche modo Scimone anticipò la grande stagione della riscoperta “storicamente informata” della musica antica» [Mattioli, Sta]. Oltre seimila i suoi concerti in tutto il mondo (e per diciannove volte al Festival di Salisburgo), l’ultimo domenica scorsa, nonostante le costole incrinate, a Bressanone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here